Ospedale di Cava dei Tirreni, riapre la chirurgia

Ospedale di Cava dei Tirreni, riattivati i servizi di chirurgia

Una buona notizia per i cittadini cavesi e dell’intero comprensorio metelliano e non solo: ritorna alla normalità un reparto del presidio Santa Maria Incoronata dell’Olmo, inserito nella rete dell’AOU San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona di Salerno.

Dopo le preoccupazioni per il presunto “smantellamento” del presidio, arriva invece la buona notizia di un “ritorno” alla normalità, dopo la parentesi covid.

La notizia è stata accolta con soddisfazione dal sindaco Vincenzo Servalli che ha annunciato anche l’arrivo nell’ospedale di Cava dei Tirreni, di nuovi medici:

sindaco Vincenzo Servalli

” Buone notizie per il nostro ospedale. La ripresa della piena attività della Chirurgia, anche di elezione, grazie all’arrivo di due chirurghi e tre specializzandi, consente di dare un nuovo impulso a tutto il Santa Maria dell’Olmo. Ringrazio chi all’interno dell’Azienda e nelle Istituzioni è attento alle esigenze del presidio della nostra città.”- ha scritto il sindaco Servalli

On Franco Picarone

La ripresa delle attività chirurgiche era stata annunciata ieri pomeriggio dall’on. Franco Picarone, Presidente della Commissione Bilancio della Regione Campania con questa dichiarazione:

“I servizi di chirurgia ordinaria sono stati finalmente riattivati. Nello specifico nell’ospedale di Cava dei Tirreni riprendono le attività degli ambulatori di chirurgia generale e le sedute operatorie per assorbire le liste di attesa, ferme da oltre due anni e mezzo a causa del Covid. Tutto questo è stato possibile grazie al rientro in servizio di due chirurghi strutturati e al reclutamento di tre specializzandi in chirurgia. Una buona notizia per i cittadini del comprensorio e per tutta l’utenza dell’ospedale. Ringraziamo la direzione generale e la direzione sanitaria di presidio per la riorganizzazione che ha consentito tale risultato”.