“Guanto robotico” al Moscati di Avellino per la riabilitazione personalizzata

“Guanto robotico” : la tecnologia d’avanguardia per una riabilitazione personalizzata a Moscati di Avellino.

L’alta tecnologia al servizio della salute.

L’Unità Operativa di Recupero e Riabilitazione Funzionale dell’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino avvia la formazione del personale, contestualmente all’approvvigionamento di apparecchiature elettromedicali di ultima generazione attraverso le quali rendere i trattamenti riabilitativi ancora più efficaci.

Il primo di questi “strumenti” è il guanto robotico in grado di mobilizzare le dita, di rilevare attraverso dei sensori le funzionalità attive della mano e di sostenere così il movimento dell’arto.

Con una lezione teorico-pratica, martedì prossimo, 27 settembre, sarà presentato al personale di competenza e alla Direzione Strategica questo dispositivo di riabilitazione avanzato.

Il paziente, inoltre, durante l’esercizio con il guanto robotico è accompagnato dalla visualizzazione su un monitor dei movimenti con animazione 3D, da effetti sonori e da una guida vocale. 

«La riabilitazione robotica e con tecnologie avanzate – spiega Giovanni Panariello, Direttore dell’Unità operativa di Recupero e Riabilitazione Funzionale dell’Azienda Moscati – risulta particolarmente utile a persone con problemi del cammino, disturbi dell’equilibrio e con difficoltà e deficit nei movimenti delle braccia e delle mani. Ogni dispositivo robotico può essere adattato alle esigenze del singolo paziente».

La dotazione di apparecchiature valutative e riabilitative a elevato livello tecnologico e la formazione del personale sono azioni avviate in vista del prossimo trasferimento dell’Unità operativa al plesso ospedaliero di Solofra.

” In questo nosocomio- spiega il Direttore Generale dell’Azienda Moscati, Renato Pizzuti,- sarà realizzato anche un vero e proprio polo tecnologico riabilitativo all’interno dell’Unità operativa dedicata: una sorta di palestra robotica per aumentare l’intensità e la qualità dei trattamenti e mettere a punto protocolli di recupero personalizzati. Il futuro della sanità – conclude il manager – vede al primo posto l’innovazione e il digitale ed è perciò importante dotare un’Azienda di Rilievo Nazionale come il Moscati di nuove tecnologie e attrezzature sanitarie di ultima generazione, per migliorare l’offerta di assistenza con terapie d’avanguardia».