Anffas, da 64 anni in difesa dei diritti dei disabili

ANFFAS festeggia il suo 64esimo compleanno puntando su giovani, inclusione e pari opportunità.

Il 28 marzo prossimo Anffas compie 64 anni dalla sua fondazione.

Come di consueto, nell’occasione, si celebrerà la Giornata Nazionale Anffas dedicata alla sensibilizzazione sulle disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo promuovendo sull’intero territorio nazionale l’iniziativa Anffas Day “porte aperte all’inclusione sociale”.

In occasione di tale ricorrenza, arrivata quest’anno alla sua XV edizione, l’Associazione nazionale delle Famiglie di persone con disabilità intellettive e/o relazionale, tutta organizza una serie di eventi, di livello nazionale e territoriale, per celebrare il proprio compleanno approfittandone altresì per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi delle disabilità intellettive e dei disturbi del neurosviluppo attraverso l’organizzazione di un evento online dal titolo “Convenzione Onu e disabilità: il punto di vista dei giovani in Anffas”.

L’evento, che si svolgerà lunedì 28 marzo dalle ore 10:00 alle ore 13:00, è dedicato alla Convenzione Onu sui Diritti delle persone con disabilità (CRPD) a partire dal punto di vista dei giovani, con e senza disabilità, di Anffas ed ha come obiettivo quello di formare ed accompagnare le nuove generazioni in un percorso di crescita e di consapevolezza comune sui principi di inclusione sociale e pari opportunità. La Convenzione, sulla scorta del tema scelto per l’Agenda associativa 2022, verrà approfondita nel corso di uno specifico evento online dai giovani, con e senza disabilità, della Consulta Giovani di Anffas, nonché partecipanti del progetto “Anffas Giovani nel Terzo settore”, promosso a livello nazionale. Saranno proprio le nuove generazioni che, attraverso la propria forza creativa e il senso di adattamento al cambiamento, promuoveranno la mission associativa e sapranno dare vita a quelle innovazioni necessarie per proseguire quanto finora è stato fatto, non solo per Anffas, ma per tutto il Terzo Settore e, quindi, a beneficio dell’intera collettività.

L ‘evento, su piattaforma Zoom che sarà trasmesso anche in diretta Facebook, sarà introdotto dai saluti istituzionali della dott.ssa Emanuela Bertini, Direttore Generale Anffas Nazionale e vedrà tra gli altri l’intervento di Alessandro Parisi, salernitano, referente nazionale progetto Anffas Giovani nel Terzo Settore e si concluderà con l’intervento del Presidente Nazionale dell’Associazione Roberto Speziale.

Si tratta quindi di un importante momento associativo che, a dimostrazione del costante e continuativo impegno della rete sui temi afferenti il mondo della disabilità e, in generale, del Terzo settore, ha ottenuto il patrocinio della Camera dei Deputati nonché la riconferma della preziosa presenza nel corso dei lavori del Ministro per le Disabilità, Sen. Erika Stefani.

Nel corso dello stesso si susseguiranno gli interventi e le testimonianze di alcuni gruppi locali partecipanti al progetto che presenteranno la Convenzione Onu, contestualizzandone i diversi articoli ed accompagnandoli con proposte proprie ed eventuali nuovi spunti di riflessione. Il tutto a dimostrazione di come urge ancora, sebbene numerosi sono stati in questi anni i traguardi raggiunti, una presa di consapevolezza sulla condizione di disabilità e sulla concezione che la stessa società ne ha, a partire dalle nuove generazioni.

La giornata del 28 marzo rappresenterà quindi, l’occasione per sottolineare la necessità di formare ed accompagnare le nuove generazioni in quel percorso di crescita e di consapevolezza comune sui principi di inclusione sociale e pari opportunità: temi questi a fondamento di una società più inclusiva, sostenibile ed equa all’interno della quale sia sempre garantita la migliore Qualità di Vita a tutte le persone con disabilità e le loro famiglie.

Il 64esimo anniversario dalla sua fondazione, testimonia 64 lunghi anni di lavoro, impegno e battaglie sempre al fianco delle persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo e delle loro famiglie. Anffas, infatti, non si è mai arresa o fermata, neanche durante l’emergenza Covid-19, ed ha continuato, a tutti i livelli, a denunciare e combattere ogni forma di pregiudizio, stigma, stereotipo, discriminazione, violenza e negazione di diritti.Per partecipare è sufficiente collegarsi alla piattaforma Zoom al seguente link: https://us02web.zoom.us/j/2800301958 (Passcode: Anffas0322) oppure seguire la diretta Facebook tramite la pagina @AnffasOnlus.naz.