Anffas

All’Anffas Salerno la ministra per le disabilità

alla Fondazione Anffas di Salerno la visita della ministra per le disabilità Erika Stefani .

Un omaggio floreale e tanto calore umano, così è stata accolta nella sede di via Del Tonnazzo a Fuorni della Fondazione Anffas Salerno “Giovanni Caressa Onlus” il ministro Erika Stefani che ha continuato così il suo tour in Campania, dopo essere stata mercoledì a Napoli ed aver incontrato il presidente della Regione Vincenzo De Luca

Ad accoglierla, anche Il Coordinatore Regionale Anffas Campania e Vice Presidente Nazionale Anffas, Salvatore Parisi, che ha esternato la soddisfazione e l’orgoglio di questa visita, proprio in uno dei due giorni in cui il plesso di Fuorni è aperto anche come centro vaccinale destinato, non solo alle persone con disabilità, ma anche ai loro caregiver, che ancora non hanno ricevuto la prima dose di vaccino.

” Questa visita, che ci ha inorgoglito enormemente, ha avvalorato lo straordinario lavoro che l’ Anffas svolge su tutto il territorio, non solo regionale, ma anche nazionale. Questo incontro rappresenta un grande messaggio di vicinanza, da parte del governo Draghi, alle persone con disabilità e ai loro familiari, e per questo ringraziamo la ministra per la sua straordinaria disponibilità ad un dialogo costruttivo per il miglioramento della qualità di vita delle persone con disabilità.” ha dichiarato Parisi

Oltre che dell’importanza dell’immunizzazione contro il covid-19 delle persone fragili e loro familiari, la ministra Erika Stefani, durante la sua visita all’Anffas ha sottolineato le difficoltà ed i disagi dei disabili durante la pandemia, parlando di “Una luce che si intravede in fondo al tunnel di quest’anno difficile per tutti, ma in particolare appunto per i disabili che hanno avuto anche una perdita delle relazione, oltre che della continuità di percorsi riabilitativi”.

La ministra ha annunciato di avere calcolato quasi 6 miliardi di fondi in tutte le emissioni previste dal PNRR con “ricadute positive dirette o indirette per il mondo della disabilità”