“‘+ Sicuri e Sani ” , il progetto dell’ASL Salerno nelle zone costiere cilentane

Continuano gli appuntamenti di “+ Sicuri e Sani” ,la campagna dell’Asl Salerno che sta toccando diverse località costiere salernitane.

Nei prossimi giorni, l’Unità Mobile sarà l’ 11 agosto a Castellabate, il 12 a Paestum e il 13 a Agropoli, proponendo gli incontri dei professionisti della prevenzione, del SerD. , dell’UOSD Promozione della Salute diretto dalla dottoressa Rosa Zampetti, con i cittadini, in particolare i giovani .

L’obiettivo di “+ Sicuri e Sani” è la promozione della sicurezza alimentare, migliorando la nutrizione e sostenendo l’agricoltura biologica, e della sicurezza stradale, per informare sulle cause determinanti i decessi per incidentalità stradale.

Lo stato di salute è direttamente correlato allo stato di nutrizione, risultante dell’introito alimentare e dell’assorbimento e utilizzo dei nutrienti. Nell’ASL di Salerno quasi una persona su due è in sovrappeso/obesa; per questo lo scopo del progetto è la diffusione di informazioni su una sana e corretta alimentazione, favorendo l’adozione di una dieta equilibrata e valorizzando i prodotti tipici campani.

In linea con gli obiettivi 2 e 3.6 di Agenda 2030, il progetto promuove le tematiche legate alla sicurezza alimentare ed a quella stradale .

+ Sicuri e Sani” punta anche sulla sicurezza stradale focalizzando l’attenzione sull’incidentalità stradale appunto, un fenomeno sottostimato, di notevole impatto sanitario e sociale ed economico visto l’elevato numero di vittime e disabilità che determina in tutte le fasce della popolazione, attraverso le informazioni sui corretti comportamenti alla guida, sulle principali cause degli incidenti e le morti su strada, ma anche sugli effetti delle sostanze psicotrope sui guidatori .

Saranno questi gli argomenti sviluppati nelle prossime tappe del progetto: l’11 agosto a Castellabate la dottoressa Dora Caputo, attraverso l’ utilizzo di manichini e con il coinvolgimento delle persone presenti, farà alcune dimostrazioni sul primo soccorso spiegando come bisogna comportarsi per esempio se una persona viene colpita da infarto e/o in caso di incidenti stradali. Il 13 agosto invece Angelo Citro, esperto di prodotti tradizionali e della buona terra, farà una dimostrazione sulla lavorazione della mozzarella e sempre, in tema di alimentazione, Francesco Antonio D’ Orilia relazionerà sui carciofini bianco di Pertosa, prodotto Slow Food