Intervento d’eccellenza al Ruggi di Salerno

Un intervento d’eccellenza al Ruggi di Salerno

La buona sanità non va in vacanza, lo dimostra l’intervento straordinario effettuato all’Azienda Ospedaliera Universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi di Salerno.

Il paziente è un uomo di 43 anni che aveva riportato la frattura della vertebra, L2 con disturbi della sensibilità agli arti inferiori, in seguito ad un infortunio sul lavoro in un’azienda di Battipaglia avvenuto il 26 agosto scorso.
L’uomo V.P. trasferito all’A.O.U. San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, dopo una eccellente preparazione nel reparto di Ortopedia e Traumatologia, il 28 agosto è stato sottoposto all’intervento chirurgico durato oltre sette ore ed eseguito con una tecnica innovativa ed all’avanguardia, consistente in un tempo laterale, in cui si è reso necessario ricostruire completamente il corpo vertebrale, ed un tempo posteriore per stabilizzare la colonna.
L‘intervento è stato possibile grazie alla presenza di uno dei migliori chirurghi vertebrali d’Italia, il dottore Luigi Caruso che opera proprio nella Divisione di Orto-Traumatologia del Ruggi, diretta dal dottor Mauro Nese, il cui apporto in sala operatoria è stato fondamentale, unitamente a quello dello strumentista Giovanni Attianese, di Mario Silvestri, Giovanni De Chiara e Gennaro Ricco coordinati dall’anestesista Antonio Romanelli.
L’equipe ha reso possibile un intervento di questo tipo in piena emergenza estiva, grazie alla grande professionalità e competenza messa in campo.
Il paziente sta benissimo e ha recuperato in pieno ogni funzionalità .