report

Report 53 covid : pressione ospedaliera e indice Rt al di sotto della soglia critica

Consueto report del venerdì del Ministero della Salute, ISS e cabina di regia .

“Per la prima settimana la pressione sui servizi ospedalieri è in diminuzione e al di sotto della soglia critica in tutte le Regioni, la stima dell’indice di trasmissibilità Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stabilmente al di sotto della soglia epidemica. Accelera la diminuzione dell’incidenza sull’intero territorio nazionale che si avvicina a valori che, attraverso l’attivazione di intense attività di tracciamento sistematico, consentirebbero una gestione basata sul contenimento ovvero sull’identificazione dei casi e sul tracciamento dei loro contatti.”

Questa la sintesi del report n.53 relativo alla settimana 10-16 maggio, con dati aggiornati al 19 maggio che evidenzia la prevalente circolazione in Italia della variante inglese e la presenza di altre varianti che possono eludere parzialmente la risposta immunitaria.

In dettaglio questi i dati della pandemia in Italia:

Questa settimana accelera il calo nell’incidenza settimanale (73 per 100.000 abitanti (10/05/2021- 16/05/2021) vs 103 per 100.000 abitanti (03/05/2021-09/05/2021).

La campagna vaccinale progredisce sempre più velocemente e l’incidenza si avvicina a livelli (50 per 100.000) che permetterebbero il contenimento dei nuovi casi.
• Nel periodo 28 aprile – 11 maggio 2021, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,78 (range 0,71– 0,90), in diminuzione rispetto alla settimana precedente, e sotto l’uno anche nel limite superiore.
• Tutte le Regioni/PPAA sono classificate a rischio basso secondo il DM del 30 Aprile 2020 con un Rt medio inferiore a 1, e quindi una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo uno.
• Questa settimana, nessuna Regione/PPAA supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è sotto la soglia critica (19%), con una diminuzione nel numero di persone ricoverate che passa da 2.056 (11/05/2021) a 1.689 (18/05/2021). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende ulteriormente (19%). Il numero di persone ricoverate in queste aree passa da 14.937 (11/05/2021) a 11.539 (18/05/2021).
• Soltanto la PA di Bolzano riporta una allerta di resilienza. Nessuna Regione/PPAA riporta molteplici allerte.
• Si osserva una ulteriore diminuzione nel numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (13.565 vs 19.619 la settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è in aumento (41,9% vs 40,3% la scorsa settimana). Stabile la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (38,1% vs 38%). Infine, il 19,9% è stato diagnosticato attraverso attività di screening.

“I dati sono positivi ed incoraggianti, ma in vista delle graduali riaperture è bene mantenere comportamenti prudenti,”- conclude il report

Sulla pagina Facebook di Tv Medica, il commento del prof. Gianni Rezza

WP RSS Plugin on WordPress