Ospedale di Montecchio: generosa donazione per le neo-mamme: “La buona notizia del lunedì”

L’Ospedale di Montecchio Emilia dell’AUSL di Reggio Emilia ha ricevuto una donazione a beneficio delle neo mamme e dei loro piccoli.

La buona notizia del lunedì” dà risalto alle iniziative di privati cittadini che contribuiscono a migliorare le dotazioni tecniche e strumentali delle strutture sanitarie pubbliche.

E’ quanto è accaduto appunto all‘Ospedale di Montecchio Emilia, a cui un generoso imprenditore reggiano, che ha voluto mantenere l’anonimato, ha donato alcuni “arredi” che di certo contribuiranno a migliorare la degenza ospedaliera alle neo mamme ed i neonati.

Al reparto di Ostetricia e Ginecologia del Franchini sono state consegnate 2 poltrone da allattamento MimmaMà e 14 cullette MaBim della ditta Leura s.r.l, per un valore complessivo di 27mila euro.

MimmaMà è una poltrona pensata per aiutare le mamme che allattano: sostiene la donna grazie a una particolare conformazione della seduta,  così da proteggerla da dolori legati all’allattamento e a eventuali ferite da parto, facilita il sostegno e la posizione del neonato, permettendo l’allattamento contemporaneo dei gemelli, ed è dotata di poggiapiedi per un maggiore relax.

MaBim è una nuovissima culla neonatale appositamente studiata per garantire una presenza sicura ed efficace del piccolo nelle immediate vicinanze della mamma, all’interno del reparto. Con altezza regolabile, MaBim facilita il rooming-in, ovvero la permanenza notturna del neonato accanto alla madre, che può prenderlo in braccio senza doversi alzare dal letto e riposare stando a diretto contatto visivo. La culla evita il rischio di schiacciamento e di caduta del piccolo, grazie a un fianco rotante apribile.

Entrambi i presidi favoriscono la buona relazione madre-bimbo e consentono ai neo-genitori di sperimentare da subito l’accudimento, potendo contare sul personale di reparto per consigli e chiarimenti, e preparare un più consapevole rientro a casa grazie all’esperienza maturata.

donazione Ospedale Montecchio

(nella foto, il momento della consegna: da sinistra Daniela Viviani direttore della Struttura di Ostetricia e Ginecologia, il Dott. Ciro Capuano, la Coordinatrice Infermieristica Francesca Bertolini, la pediatra Cristina Ruspaggiari che ha accolto e finalizzato la donazione, Alessandro Volta (Responsabile Programma Materno-Infantile provinciale) e Gabriele Rinaldi.)

La donazione è stata largamente apprezzata dalle equipe del punto nascita, da sempre professionalmente sensibile alla valorizzazione della fisiologia della maternità e della nascita.

“Un ringraziamento sincero al donatore che, con generosità, conferma il legame stretto che unisce il cittadino ai suoi ospedali provinciali, insieme al senso di comunità. È un’ulteriore testimonianza dell’apprezzamento che le mamme e le famiglie del territorio nutrono nei confronti del Centro Nascita di Montecchio” ha commentato Gabriele Rinaldi, Responsabile medico dell’Ospedale di Montecchio.

“Le attrezzature donate” ha sottolineato il Direttore del Dipartimento Materno-Infantile Giancarlo Gargano “si integrano perfettamente con la storica vocazione del Centro Nascita montecchiese, da sempre attento a offrire un’assistenza personalizzata sulle esigenze della mamma e del bambino, un sostegno valido alla genitorialità e alla promozione della pratica fondamentale dell’allattamento al seno”.