FIMP

La FIMP Salerno ribadisce l’importanza della vaccinazione anti covid-19 in età pediatrica ed annuncia la presenza dei pediatri di famiglia nei centri vaccinali.

Alla vigilia del V-day nazionale della campagna di vaccinazione anti covid-19 per la fascia 5-11 anni, la FIMP, Federazione Italiani Medici pediatri conferma la necessità delle somministrazioni alla luce dell’aumento dei contagi che si stanno registrando in tutta Italia, anche in questa fascia d’età.

La regione Lazio ha anticipato oggi la partenza, ma domani 16 dicembre si procederà in tutto il territorio nazionale nei centri ad hoc per i bambini o nei padiglioni loro dedicati.

“Anche i pediatriconvenzionati” della provincia di Salerno, dopo il comitato aziendale di ieri, stanno comunicando la loro disponibilità all‘ASL Salerno dove sono diversi i Distretti che hanno già organizzato il tutto per offrire ai piccoli la migliore accoglienza possibile ed il sostegno più rassicurante, anche per i genitori. C’è bisogno della pediatria di famiglia – dichiara il dottor Luigi Morcaldi, presidente provinciale FIMP Salerno- aggiungendo che saranno i pediatri ad occuparsi dell’anamnesi dei piccoli, supportando i vaccinatori.”

Pediatri
dottor Luigi Morcaldi

Di sicuro la figura del pediatra risulta fondamentale, anche in questo momento particolare: è quanto sottolinea il dottor Aurelio Occhinegro, responsabile dell’Area Vaccini della FIMP Campania:

” Da diversi giorni siamo tempestati da telefonate di genitori che ci chiedono dettagli sulle vaccinazioni, se sia giusto sottoporvi i bambini ma soprattutto considerano la nostra presenza fondamentale, come un segnale e conferma della sicurezza dei vaccini da parte di chi segue i piccoli dalla nascita,in molti casi ha somministrato loro i vaccini obbligatori e ne conosce ogni aspetto, sia fisico che psicologico. I pediatri ci saranno ad accoglierli nei centri vaccinali, sperando che i genitori capiscano la necessità del vaccino, per proteggere i bambini e tutta la famiglia e garantire la fine di questo virus. Continuiamo senza sosta la nostra campagna informativa, ribadendo che, soprattutto alla luce degli aumenti dei contagi che stiamo registrando, la vaccinazione è l’unico strumento a disposizione per combattere il coronavirus che sta colpendo diversi bambini anche nelle nostre zone, con conseguenze, in alcuni casi, anche preoccupanti. Ci sono diversi casi di piccoli ricoverati nelle terapie intensive e di positività prolungate. C’è la possibilità che questo virus non abbandoni l’organismo, ma vi rimanga molto a lungo e ci sono molti bambini che non si negativizzano rapidamente; siccome non abbiamo idea di come evolverà in futuro l’infezione pregressa di questo virus, il timore è che infettandosi anche essendo completamente asintomatici, possa porre le basi nel bambino di una malattia futura che ancora non conosciamo e quindi è preferibile evitarla in ogni caso. E’ una espressione ormai abusata ma la voglio sottolineare: “I rischi del vaccino sono sempre inferiori a quelli della malattia che, ripeto, ancora non conosciamo.”- conclude Occhinegro

Ulteriori dettagli sulla vaccinazione pediatrica anti covid-19 nella video intervista di Tv Medica a cura di Rosaria Coppola e Sergio Gatto proprio al dottor Occhinegro, responsabile area Vaccini della FIMP Campania