bonus Terme

Bonus Terme: fino a 200 euro per usufruire di questi servizi: “La buona notizia del lunedì”

Il Bonus Terme è stato istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico con lo scopo di incentivare, nei centri termali accreditati, l’acquisto di servizi. 

“Il provvedimento è stato attuato per fornire un valido sostegno al settore termale, duramente colpito durante la pandemia e per offrire una possibilità ai cittadini italiani di scoprire questo ricco patrimonio usufruendo di servizi in modo gratuito, attraverso l’utilizzo voucher di 200€. I cittadini potranno chiedere il contributo dall’8 novembre” – precisa Federterme.

Ne “La buona notizia del lunedì”, scopriamo i dettagli dell’iniziativa che ha la duplice finalità di dare una mano al settore, fortemente penalizzato dalla pandemia e promuovere le terapie termali per la lotta alle malattie croniche, la prevenzione, la riabilitazione e, più in generale, per il benessere della persona .

Il “bonus terme” è un buono per l’acquisto di servizi termali destinato a tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia; è gestito da Invitalia per conto del Ministero Sviluppo Economico (MiSE), che ha istituito un fondo apposito, con Decreto Ministero del 14 agosto 2020, e ha individuato i servizi termali ammissibili, ovvero qualsiasi prestazione erogata da un istituto termale accreditato, ad eccezione dei servizi di ristorazione e di ospitalità. I servizi includono pertanto sia prestazioni esenti Iva, sia prestazioni soggette a Iva.

Considerando che il plafond del provvedimento è di 53 milioni di euro, i bonus a disposizione saranno circa 250.000, come detto per un importo massimo per ogni cittadino di €200, erogato sotto forma di sconto in fattura.

A partire dalle ore 12 del 28 ottobre 2021 sarà online la piattaforma gestita da Invitalia per consentire la registrazione degli stabilimenti termali che aderiranno al Bonus Terme, mentre i cittadini potranno richiedere il contributo prenotando i servizi termali a partire dall’8 novembre 2021, direttamente presso la struttura accreditata prescelta, che poi provvederà al rilascio dell’attestazione di prenotazione che avrà un termine di validità di 60 giorni dalla sua emissione

Si ricorda che il bonus terme si rivolge a tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia,  senza limiti legati al nucleo familiare e senza limiti di ISEE.  Ciascun cittadino potrà usufruire del voucher termale una sola volta. 

Sarà possibile consultare l’elenco degli stabilimenti termali accreditati dopo l’avvio della piattaforma, nelle sezioni dedicate presenti nei siti del Ministero dello Sviluppo Economico e di Invitalia.

“Un bonus “folle”, senza criterio e senza logica, che di certo non aiuterà né i cittadini né il settore degli stabilimenti termali danneggiati dal Covid” per il Codacons:

“Se da un lato poteva avere un senso concedere un incentivo per sostenere le spese relative ai servizi termali, dall’altro non si comprende perché il bonus terme debba spettare a tutti indipendentemente dal reddito e senza alcun limite legato all’Isee – spiega il Codacons – Così anche chi non ha alcuna difficoltà economica potrà avvalersi del sussidio per godere di giorni di vacanza alle terme o momenti di relax, a danno della collettività che finanzia il bonus”.