” L’affido è un grande atto d’amore”: i Lions Club Napoli incontrano le istituzioni

L’affido è il tema di studio nazionale che i Lions Club hanno scelto per il biennio 2021-22.

“Accogliere i bambini, un minore è sempre un atto d’amore e di grande  responsabilità verso il piccolo e verso la sua famiglia.  Chi accoglie sa di dover svolgere il suo compito a tempo” .

Con l’obiettivo di far conoscere questo istituto, sensibilizzare i potenziali affidatari e promuovere il dialogo perchè più minori potranno avere una famiglia “aggiuntiva ed a tempo limitato”, più bambini felici ci saranno, si è tenuto nella splendida sede della Camera di Commercio di Napoli, il service promosso dai Lions Club Napoli Virgiliano e Palmi.

” Napoli  e il tempo dell’accoglienza : i Lions incontrano le istituzioni per parlare di affido” , questo il tema dell’incontro ideato dalla psicoterapeuta Titta Parisi, coordinatrice Attività di Servizio Lions Distretto 108YA che ha sottolineato la scelta del filo conduttore, delle testimonianze dirette:

” Le storie vissute ci fanno comprendere meglio questa istituzione così complicata, dal punto di vista non tanto normativo, quanto emozionale per le famiglie, perchè ci fa capire che i minori sono figli, aventi diritto non solo di bisogni primari, ma di quelli più ampi relativi allo sviluppo ed alla crescita. L’istituto dell’affido è molto più complicato rispetto a quello dell’adozione, perchè dobbiamo affrontare e preparare fin dall’inizio le famiglie alla separazione, visto che la durata del rapporto è di soli due anni, e a dare una dimensione di amore, di affetto, all’accoglienza, per dare risposte ai bisogni e desideri dei minori per la loro crescita. Come Lions vogliamo lavorare per la diffusione della cultura del desiderio di dare amore ai bambini e non soltanto rispondere ad un bisogno “- ha detto la dottoressa Parisi

Grandi emozioni hanno regalato le testimonianze di “affido vissuto come vero atto d’amore “di Mauro Imbrenda, del Lions Club di Asti, e di Luca Trapanese, assessore al welfare del Comune di Napoli.

Al 31 dicembre 2019 erano più di 27000 i bambini nel nostro Paese collocati fuori famiglia, l’1,4 per mille della popolazione minorile: un numero che però non tiene conto dei minori stranieri e della recente emergenza della guerra in Ucraina.

Un aspetto, questo, sottolineato dal sindaco di Napoli, il prof. Gaetano Manfredi, evidenziando l’importante ruolo svolto dai Lions nell’ambito di una cittadinanza attiva che supporta e sostiene le istituzioni che talvolta hanno difficoltà ad intercettare le richieste. “L’affido può essere una risposta alla marginalità che si vive in molti quartieri della nostra città ed il ruolo delle famiglie affidatarie può essere utile per la tutela dei nostri minori e per dare risposte ai bisogni di tante famiglie”.

A confermare l’importanza dell’evento la grande partecipazione, oltre che degli esponenti dei due club organizzatori, dei vertici lionistici, tra cui l’avvocato Francesco Accarino, Governatore Distretto 108YA, ed i vicegovernatori Franco Scarpino e Pasquale Bruscino.

“Ci sono molte difficoltà, ma bisogna dare una mano ed accogliere le persone. I Lions sono stati lungimirantI affrontando questo tema, mettendo sul tappeto e discutendo quali soluzioni possano favorire procedere più semplici e rapide per seguire questi bambini e dare loro un’accoglienza che fino a ieri risultava difficile “- ha detto Accarino annunciando l’incontro a Roma del prossimo 29 aprile al Senato.

“Il tema dell’affido è molto sentito e per questo impegniamo tutte le nostre professionalità, il nostro tempo per affiancare le istituzioni in questo compito di grande valenza sociale, per regalare sorrisi ai bambini e sostegno e cura alle loro famiglie in difficoltà, per consentire loro un futuro migliore” – ha concluso Bruscino.

Sulla pagina Fb di Tv Medica, lo speciale a cura di Alessia Bielli e Sergio Gatto, con le interviste ai protagonisti dell’evento: https://fb.watch/cF_mIiqTD8/